Chi siamo

Mission: diffondere cultura e sapere … renderli accessibili a tutti!

L’Università Popolare Magna Carta

è un’istituzione di diffusione culturale e di formazione professionale che ha scopi culturali e scientifici, sportivi e socio assistenziali e soprattutto ha lo scopo di svolgere attività di formazione permanente in molteplici settori.

In Italia le prime Università Popolari furono organizzate alla fine del 1800. Il disagio economico rendeva allora difficile a gran parte della popolazione acquisire quelle conoscenze elementari che avrebbero consentito di vivere e di lavorare meglio. La Scuola era privilegio di pochi. Le Università Popolari, iniziarono ad impegnarsi non soltanto istruendo un numero sempre crescente di cittadini di ogni età e condizione sociale, ma anche coinvolgendo professionisti ed illustri uomini di cultura che desideravano offrire parte del loro tempo e delle loro competenze in questa impresa che appariva loro come una sfida affascinante e, per l’epoca, “anticonformista”. Ricordiamo alcuni tra i docenti storici: Giovanni Bovio, Gabriele D’Annunzio, Benedetto Croce, Ludovico Mortara, Roberto Ardigò, Gioacchino Volpe, Luigi Einaudi, Gaetano Salvemini, Francesco Pullé e molti altri.

L’Università Popolare Magna Carta, confederata C.N.U.P.I. (Ente giuridico D.M. 21/05/1991 Gazzetta Ufficiale del 30/08/1991 n. 203, anno 132° emanato dal Ministero delle Università, Ricerca scientifica e Tecnologica; Iscritta all’anagrafe nazionale degli istituti di ricerca n. 41790 YCU; Associata con European Association for the Education of Adults), nasce con gli stessi principi ottocenteschi ispiratori delle prime Università Popolari. Oggi, come allora, il ruolo ricoperto è sempre lo stesso: avvicinare alla cultura chiunque abbia il desiderio e la curiosità di apprendere, per qualificarsi professionalmente o sviluppare un interesse.

Tutti possono accedere all’Università Popolare Magna Carta, senza distinzione di età, titolo di studio, sesso, credo religioso, politico o etnia.